Sfogliatelle frolle napoletane

Chi almeno una volta nella vita non ha assaggiato una sfogliatella “frolla”, inconfondibile dolce napoletano della famiglia delle sfogliatelle tipiche, ha lo stesso ripieno ma il guscio è a base di frolla non si sfoglia come per la sfogliatella “riccia”.

Se vi manca poter passare in qualche pasticceria Napoletana e volete cimentarvi nella preparazione niente paura, non sono poi così difficili da preparare. Vi lascio la ricetta e alla vostra sperimentazione, a me è piaciuta molto, fatemi sapere come verranno se le preparate.

Buona lettura 🙂

INGREDIENTI

per la base frolla

  • 300 g di farina 00
  • 150 g di burro o strutto
  • 120 g di zucchero semolato
  • 1 uovo intero + 1 tuorlo
  • la scorza grattugiata di mezzo limone

per la crema di ricotta

  • 150 g di semolino
  • 500 ml di latte intero
  • 150 g di ricotta
  • 150 g di zucchero a velo
  • 100 g di scorza d’arancia candita
  • i semi di mezza bacca di vaniglia
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • essenza di fiori d’arancio
  • 1 uovo intero

PROCEDIMENTO

  • preparare la frolla lavorando tutti gli ingredienti velocemente e lasciar riposare in frigo per 30 minuti
  • per la crema cuocete il semolino 3-4 minuti con il latte, lasciate raffreddare
  • lavorate zucchero, ricotta, aromi ed uovo, aggiungete il semolino ed in infine l’uovo
  • stendere la pasta frolla e con due coppapasta uno più piccolo create due dischi da circa 6  e 7 cm, il più piccolo sarà la base su cui adagerete al centro un cucchiaio di crema di ricotta e chiuderete con il disco più grande
  • spennellate le frolle con uovo e latte
  • infornate in forno preriscaldato a 180°C per 15 minuti circa
  • servite tiepida con zucchero a velo

 

Lupacchioli, il panettone di Natale del Molise

Il dolce tipico del Natale, il più apprezzato, quello che non pò mai mancare dalle nostre tavole è il Panettone. La ricetta classica resta sempre quella Milanese, ma la scoperta di nuove ricette tipiche delle varie regioni d’Italia mi ha sempre incuriosito. Grazie ad un’amica di Benevento ho scoperto il dolce Panettone Lupacchioli di Campobasso, il cui nome nasce dalla Pasticceria che ha inventato la ricetta. 

Gli ingredienti fondamentali che rendono unico e gustoso questo dolce sono la farina di mais a grana fine o farina fioretto, le gocce di cioccolato ed il liquore tipico beneventano Strega. Il gusto e la combinazione di questi ingredienti vi sorprenderanno.

A differenza del Panettone classico che richiede una lunghissima e paziente preparazione, questa ricetta non richiede lievitazione, quindi potrete prepararlo velocemente anche la sera prima di Natale o in anticipo se dovete regalarlo, in questo caso chiudetelo in una busta di cellophane e confezionatelo in versione natalizia, farete un figurone.

Lupacchioli

Lupacchioli
Serves 12
Panettone tipico del Molise preparato durante le feste di Natale
Write a review
Print
Prep Time
15 min
Cook Time
1 hr
Total Time
1 hr 15 min
Prep Time
15 min
Cook Time
1 hr
Total Time
1 hr 15 min
Ingredients
  1. 5 uova
  2. 250 g di burro fuso di ottima qualità
  3. 300 g di zucchero
  4. 180 g di farina di mais a grana fine
  5. 270 g di farina 00
  6. 1 bustina di lievito per dolci
  7. 1 cucchiaio di essenza di vaniglia
  8. 3/4 di bicchiere di Liquore Strega, in alternativa un liquore aromatico
  9. 80 g di gocce di cioccolato fondente
Instructions
  1. montare le uova con zucchero per 5 minuti
  2. aggiungere il burro fuso
  3. aggiungere le farine setacciate con il lievito e lavorare bene
  4. aggiungere infine il liquore Strega
  5. passare le gocce di cioccolato nella farina e aggiungerle all'impasto mescolando con una spatola
  6. versare l'impasto in uno stampo da panettone da 500 g
  7. adagiare lo stampo su una teglia
  8. cuocere in forno preriscaldato a 170°C per 1 ora circa
Notes
  1. lasciare raffreddare e conservare in una busta chiusa
Le Torte di Michy http://www.letortedimichy.com/
Lupacchioli

Lupacchioli

Cassata siciliana di Capodanno

siamo giunti alla fine del 2012!
l’ultimo dell’anno è il momento di raccolta di riflessioni, ricordi, avvenimenti importanti dell’anno che sta andando via… ogni anno ci porta un pò di saggezza in più…
 
per la mia famiglia il Capodanno non può essere tale senza la dolce Cassata Siciliana, un dolce delizioso, 
colorato ed unico!
vi lascio con quest’ultima ricetta del 2012 e colgo l’occasione per ringraziare di cuore tutti quelli che mi seguono sul blog, sulla pagina facebook, chi è solo di passaggio, chi è mio fan accanito, chi riproduce le mie ricette e ha il piacere di mostrarle, chi mi ha chiesto almeno una torta e 
mi ha anche ringraziata…
auguri a tutti! Buon 2013, che sia pieno si salute e dolcezza…
Michy
 

 

INGREDIENTI e PROCEDIMENTO
 
 
PER IL PAN DI SPAGNA
4 uova
160 gr di zucchero
160 gr di farina
mezza bustina di lievito per dolci
per il procedimento clicca qui
 
PER LA CREMA DI RICOTTA
500 gr di ricotta di pecora
200 gr di zucchero
50 gr di arance candite a cubetti siciliane
50 gr di cioccolato fondente a pezzetti
1/2 bicchierino di marsala
(lavorare bene la ricotta con lo zucchero con un cucchiaio di legno ed aggiungere gli altri ingredienti)
 
PER LA BAGNA
250 ml di acqua
70 gr di zucchero
mezza scorza di arancia
bollire per 5 minuti
(quando è fredda aggiungere mezzo bicchierino di marsala)
 
 
PER LA GLASSA DI COPERTURA
1 albume
qualche goccia di limone
250 gr di zucchero a velo
(sbattere l’albume e aggiungere lo zucchero a velo e qualche goccia di limone, 
lavorare almeno 10 minuti)
 
PER DECORARE
frutta candita siciliana a piacere
 
PER IL MARZAPANE AL PISTACCHIO
200 gr di farina di mandorle
1 albume
100 gr di zucchero a velo
qualche goccia di aroma fior d’arancia
1 cucchiaio di pasta di pistacchi
(lavorare bene tutto e coprire con pellicola)
stendere il marzapane con lo zucchero a velo
 
tagliate in due il pan di spagna raffreddato
bagnate la parte inferiore con la bagna raffreddata
farcite con la crema di ricotta livellando bene e formando uno strato abbondante
coprite con l’altra metà del pan di spagna, bagnate
 

 

distribuite bene la glassa sulla superficie e sui bordi aiutandovi con una spatola
stendere il marzapane e create dei decori laterali o un’unica fascia
decorate a piacere con frutta candita
mettere il dolce in frigo almeno per 4 ore
enjoy!
 
 

 

 

Zeppole di San Giuseppe

domani è la festa del papà e come tradizione si preparano le zeppole di san Giuseppe…
Le zeppole hanno come base l’impasto di pasta choux, un ripieno di crema pasticcera ed amarene o ciliege sciroppate/zucchero a velo per decorare
 vi propongo la versione più golosa: le zeppoline fritte, naturalmente potete anche cuocerle in forno se volete risparmiare qualche Kcal, ma credetemi… il gusto della zeppolina fritta è unico!
 
Buona Festa del Papà a tutti ed auguri a tutti i Giuseppe!
 
 
INGREDIENTI
IMPASTO CHOUX
250 ML DI ACQUA
75 GR DI BURRO
150 GR DI FARINA 00
50 GR ZUCCHERO
1 PIZZICO DI SALE
1/2 SCORZA DI LIMONE GRATTUGIATO
3 UOVA MEDIE
 
CREMA PASTICCERA
300 ML LATTE
3 TUORLI
40 GR DI FARINA
1/2 BUCCIA DI LIMONE
VANILLINA o 1/2 BACCA DI VANIGLIA
 
-amarene e zucchero a velo per decorare
 
PROCEDIMENTO ILLUSTRATO 
preparate la crema:
 
mescolate tuorli, zucchero e farina, versate il altte bollente in cui avrete sciolto la vaniglia e messe la buccia di limone, portate a bollore, mescolate bene fino a quando non è ben densa
 
 
 
per la pasta choux:
 
riscaldare acqua e burro fino al bollore
 
togliere dal fuoco e versare la farina in un unica volta
 
 
mescolare bene
rimettere sul fuoco qualche minuto fino a quando non si forma una patina bianca sulla base della pentola
 
togliete dal fuoco e aggiungete lo zucchero
 
lasciar intiepidire in una ciotola di vetro dove aggiungerete poi il limone grattuggiato, e le uova una alla volta fino a completo assorbimento
 
 
riempite una sac a poche con l’impasto e formate dei cestini come illustrato su dei quadratini di carta da forno di circa 7 cm
 
 
 
riscaldate l’olio di semi di arachide a fiamma bassa
 
friggete le zeppole con la carta da forno (che ad un certo punto si toglierà da sola dalla base delle zeppole) e quando saranno belle colorite lasciate sgocciolare su carta assorbente
 
 
 
lasciate raffreddare e con una sac a poche riempite l’interno delle zeppole con la crema pasticcera arrivando fino sommità della zeppola, decorate con amarene sciroppate e se gradite con un pò di zucchero a velo
 
ecco pronte le vostre zeppoline
enjoy!!
 
 

 

 

 
 
 
 

Babà napoletano

“Il Babà è una cosa seria…”
dicono a Napoli…
ed hanno ragione !  
Il babà è una delle migliori delizie della tradizione napoletana, un dolce semplice ma non facilmente eseguibile da tutti perchè richiede alcuni accorgimenti nella preparazione e nel bagno che deve essere 
giusto in dolcezza e grado alcoolico 
Il babà ha diverse varianti e può essere accompagnato da creme, panna e frutta, è un dolce molto fresco ideale in qualsiasi stagione.
buon BABA’ A TUTTI!

 

 

INGREDIENTI
– 200 gr di farina 00
-200 gr di farina manitoba
-5 uova intere
-1 cucchiaio di zucchero
– 1 pizzico di sale
– 1 cubetto di lievito di birra
– 100 gr di burro
 
bagna 
– 250 gr di zucchero
– 600 ml di acqua
– 1 bicchiere di rhum per dolci
 
PROCEDIMENTO ILLUSTRATO
 
Imburrare ed infarinare uno stampo da babà da 28 cm circa
fondere il burro e lasciar intiepidire
sciogliere il lievito di birra in mezzo bicchiere di acqua tiepida
lavorare tutti gli ingredienti con uno sbattitore con fruste per impasto
 
 
 
 
 fino ad ottenere una massa omogenea e liscia
 
 

 

opzione 1: versare l’impasto nello stampo e lasciar lievitare fino a quando 
non raggiunge il bordo (circa 2 ore)
 opzione 2: lasciar lievitare nella terrina 1 h, reimpastare e lasciar lievitare nello stampo fino a quando non raggiunge il bordo
 
infornare in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti
 
preparare la bagna bollendo acqua e zucchero, aggiungere il rhum una volta fredda
 
sfornare il babà, lasciar raffreddare circa 20 minuti e bagnare nello stampo con la bagna preparata precedentemente
 
 
sistemare il babà su un vassoio a bordi alti e mettere in frigo un paio di ore
conservare un pò di bagna aggiuntiva e bagnare il babà prima di mangiarlo
 
decorare a piacere con panna montata o crema o gustare una fetta in semplicità
 
enjoy!
 
 
 
 
 
 
 
 

Mostaccioli napoletani

I Mostaccioli, chiamati anche mustaccioli o mustacciuli,
sono dei tipici dolci della tradizione napoletana, preparati durante il periodo natalizio.
Si tratta di una sorta di
biscotti con una particolare forma a rombo, dalla grandezza media e
generalmente ricoperti da una golosa glassa al cioccolato.
Il loro nome deriva dall’abitudine contadina di aggiungere nell’impasto
del mosto, per conferire a questi biscotti un sapore più dolce e deciso,
essendo poi i mostaccioli dei dolci molto diffusi anche in varie regioni
d’Italia, sono numerose le varianti sia nella  preparazione che dialettali.
vi propongo una delle ricette classiche di famiglia
buoni Mostaccioli a tutti! 
 
 
INGREDIENTI
  • 600 gr di farina
  • 200 gr di mandorle tostate e macinate finemente
  • 200 gr di miele
  • 50 gr di cacao
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/2 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 3 uova
  • la buccia di 1 arancia ed 1 mandarino grattuggiati
  • 10 gr di ammoniaca in polvere

 

– 500 gr di cioccolata fondente da copertura-
 
PROCEDIMENTO ILLUSTRATO  
mescolare bene tutti gli ingredienti
 
 
 fino ad ottenere un impasto abbastanza omogeneo
 
 
 
stendere la pasta aiutandosi con farina su una spianatoia e tagliare i mustaccioli ottenendo dei rombi di spessore di circa 2 cm
 
 
disporre su una teglia con carta da forno e 
cuocere in forno preriscaldato a 180° C per 7-10 minuti massimo
 
 
 

 

 
 
 
SFORNARE I MOSTACCIOLI E LASCIARLI RAFFREDDARE
 
 
quindi sciogliete 500 gr di cioccolato da copertura fondente e spennellate i mostaccioli prima da un lato e poi da un altro
 
lasciare solidificare la cioccolata e…
eccoli i nostri buonissimi mostaccioli pronti per essere gustati…
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Struffoli

Glistruffoli sono i dolci natalizi tipicamente napoletani, piccole palline di pasta fritte aromatizzate con miele e zucchero e decorate a piacere
con confettini colorati, cannellini e canditi.
La loro origine però è greca e dal greco deriverebbe il nome  “struffolo”:

precisamente dalla parola  “strongoulos”,
arrotondato.

 
buoni struffoli a tutti !
 

 

 INGREDIENTI 
per la pasta
– 600 gr di farina
– 6 uova intere
-17 cucchiai di olio di semi di arachide
-9 cucchiai di zucchero
-1 pizzico di sale
 
per decorare
-200 gr di miele
-2 cucchiai di zucchero
-scorzetta di limone tagliata fine
-corallini colorati
-canditi a piacere 
PROCEDIMENTO
  • impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere una palla di impasto omogenea, dividetela inpallottole grandi, da cui ricavare, rullandoli sul

    piano infarinato, tanti bastoncelli spessi un dito

  • tagliateli atocchettini che disporrete senza sovrapporli su un telo

    infarinato

  • al momento di friggere gli struffoli, porli in un setaccio e scuoterli in mododa eliminare la farina in eccesso
  • friggetelipochi alla volta in abbondante olio bollente: prelevateli gonfi e

    dorati

  • sgocciolateli edepositateli ad asciugare su carta assorbente da cucina
  • fateliquefare lo zucchero in una padella antiaderente con le scorzettine di limone ed una volta sciolto aggiungere il miele, poi unite gli struffoli fritti,rimescolando

    delicatamente fino a quando non si siano bene

    impregnati di miele

  •  prendete quindi il piattoda portata, mettetevi al centro un barattolo di vetro vuoto e disponete gli struffoli

    tutt’intorno a questo in modo da formare una ciambella

  •  a mieleancora caldo, prendete i confettini e/o la frutta candita e

    spargetelI sugli struffoli in modo da cercare di ottenere un effetto allegro e colorato 

ENJOY!

 
 

 

 

Cannoli Siciliani con ricotta biologica di Bufala

ciao a tutti! oggi vi propongo una ricetta di origine siciliana, con una piccola variante la ricotta di bufala della meravigliosa Tenuta Vannulo ( http://www.vannulo.it/ ) che sostituisce degnamente la ricotta di pecora siciliana.

BUONI CANNOLI SICILIANI A TUTTI! 

 
 

 

INGREDIENTI

sfoglia (circa 20 sfoglie):
  • 300 gr farina 00
  • 50 gr di zucchero
  • 25 gr burro 
  • 1 pizzico sale
  • marsala q.b.
crema di ricotta:

  • 400 gr ricotta di bufala
  • 150 gr zucchero a velo
  • 50 gr di cioccolato fondente a scaglie
  • 30 gr canditi di arancia e zucca
  • 1 pizzico di vanillina
per decorare:
zucchero a velo e a piacere: scagliette di cioccolato fondente, canditi, pistacchi
 
PROCEDIMENTO ILLUSTRATO

 

Per la preparazione dell’impasto delle sfoglie lavorare farina, zucchero e burro ammorbito con una giusta quantità di marsala fino ad ottenere una pasta molto elastica. Far riposare la pasta ottenuta avvolta da pellicola in frigo 30 minuti.
 
 
 
 
 
 
 

 

nel frattempo preparare la crema di ricotta lavorando la ricotta setacciata con lo zucchero a velo ed un pizzico di vaniglia;
tagliate la cioccolata fondente ottenendo delle piccole scaglie;
 
 

unire alla ricotta la cioccolata ed i canditi far riposare in frigo il tempo

di preparazione della sfoglia dei cannoli;
       
 
per la preparazione delle sfoglie munirsi di macchina della pasta e formine per cannoli in acciaio su cui avvolgere la sfoglia prima di friggerli;
 
stendere la pasta con la macchina in sfoglie sottili;
tagliare dei riquadri ed avvolgere la sfoglia
in posizione trasversale sulle formine di acciaio.
friggere le sfoglie in abbondante
olio bollente in un tegame alto
fino a doratura media;
togliere dal fuoco e lasciare  raffreddare le sfoglie su carta assorbente.
 
 

                                                                                                     riempire i cannoli freddi con la crema di ricotta e successivamente decorare con scaglie di cioccolato o canditi a piacere, cospargere di zucchero a velo e servire subito o conservare in frigo. 
E’ consigliabile preparare i cannoli massimo un paio di ore prima di mangiarli poichè la sfoglia non deve ammorbidirsi ma restare fragrante.
 
Enjoy!
 
 
 
      
CONSIGLIA Gnocchi alle ortiche

Send this to a friend